Collezione Museale

Ricerca

Collezione Museale

L’attuale patrimonio del Museo Provinciale Miniere conta circa 1700 numeri d’inventario, molti dei quali corrispondono a intere raccolte. Il Museo è stato creato praticamente subito dopo la chiusura delle miniere di Predoi (1971) e di Ridanna (1985) per cui, ad esempio, l’inventario della Miniera di Ridanna è passato direttamente al Museo. Per la stessa ragione, il magazzino ricambi dell’ultimo parco macchine e veicoli si è conservato praticamente integro.  Questi pezzi di ricambio sono tuttora ricoverati negli ex magazzini e, trattandosi di migliaia di oggetti, sono stati appunto inventariati come raccolte. Gli utensili e gli oggetti di uso comune di un tempo hanno acquisito così una loro valenza culturale e museale. Vi sono poi gli oggetti relativi alle ricognizioni scientifiche condotte nella zona di estrazione, tra cui migliaia di campioni di roccia, carotaggi, utensili di laboratorio e campioni di terreno risalenti alle campagne di rilevamento del XX secolo, anch’essi catalogati come raccolte. Attualmente, nelle bacheche della mostra permanente sono esposti per lo più oggetti personali, serie di foto private e utensili da lavoro appartenuti ai minatori che nel XIX e XX secolo hanno lavorato a Ridanna e Monteneve.

Comitato scientifico

I membri del Comitato scientifico del Museo Provinciale delle Miniere sono stati nominati con delibera di Giunta n. 647 del 03.06.2014 e sono i seguenti: Geologo provinciale Dr. Volkmar Mair – presidente Dr. Marco Pellizzari – vice-presidente Dr. Andreas Meraner Prof. Dr. Klaus Oeggl Il Comitato scientifico viene nominato per la durata della legislatura della Giunta provinciale. L’attuale Comitato scientifico rimarrà quindi in carica fino alle elezioni provinciali dell’autunno 2018.

Biblioteca specialistica

La sede di Ridanna vanta una biblioteca specialistica con diverse centinaia di titoli afferenti alla storia dell’estrazione mineraria e dell’industria mineraria in Tirolo, Trentino, Italia, Austria, Germania, Svizzera, Francia, Europa orientale e settentrionale, nonché in Asia e America. A ciò si aggiungano poi la letteratura specialistica relativa a minerali locali come piombo, argento, zinco, rame, ferro, sale, carbone, mercurio e pietre preziose, nonché le pubblicazioni in materia di estrazione in miniera e a cielo aperto, di geologia e lavorazione dei minerali metalliferi. Inoltre, la biblioteca comprende annate – talvolta incomplete - di diverse riviste attinenti all’estrazione mineraria. Su richiesta, la biblioteca può essere consultata anche da utenti esterni. Il prestito non è tuttavia consentito.
Prenota ora
I Cookies ci consentono di offrire il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Maggiori Informazioni OK